Celebrazione matrimonio civile

Ufficio di riferimento

L'ufficio di competenza è Ufficio Stato Civile

Via A. Ressi, 6 - Piano terra

0544.97.92.48

demografici@comunecervia.it

Scopo

Il Matrimonio ha lo scopo di unire due persone di sesso diverso al fine della reciproca solidarietà, oltre che al mantenimento ed all’educazione dei figli. E' un accordo a cui la legge riconosce un valore contrattuale, vincolante per i contraenti e per tutta la società. Il Matrimonio Civile é assoggettato alle regole espressamente previste dal codice civile e dalle leggi speciali, non riveste alcun rilievo in ambito religioso.

Il matrimonio è tutelato indirettamente dalle norme costituzionali ed espressamente dal codice civile (artt. 82 ss. c.c.).

Con il matrimonio si costituisce la famiglia legittima e si acquista lo status di coniuge.

Descrizione

In seguito all’avvenuta pubblicazione di matrimonio, i nubendi hanno 180 giorni di tempo per contrarre matrimonio.
Nel giorno e nell'ora concordati, i nubendi e i due testimoni si presenteno nella Casa Comunale (presso la sala prescelta) davanti al celebrante. Il Sindaco o un suo delegato dopo aver identificato nubendi, celebra il matrimonio, legge gli articoli del Codice Civile:

Art. 143 - Diritti e doveri reciproci dei coniugi
Con il matrimonio il marito e la moglie acquistano gli stessi diritti e assumono i medesimi doveri.
Dal matrimonio deriva l'obbligo reciproco alla fedeltà, all'assistenza morale e materiale, alla collaborazione nell'interesse della famiglia e alla coabitazione.
Entrambi i coniugi sono tenuti, ciascuno in relazione alle proprie sostanze e alla propria capacità di lavoro professionale o casalingo, a contribuire ai bisogni della famiglia.
Art. 144 - Indirizzo della vita familiare e residenza della famiglia
I coniugi concordano tra loro l'indirizzo della vita familiare e fissano la residenza della famiglia secondo le esigenze di entrambi e quelle preminenti della famiglia stessa.
A ciascuno dei coniugi spetta il potere di attuare l'indirizzo concordato.
Art. 147 - Doveri verso i figli.
Il matrimonio impone ad ambedue i coniugi l'obbligo di mantenere, istruire ed educare la prole tenendo conto delle capacità, dell'inclinazione naturale e delle aspirazioni dei figli.

• il celebrante formula le domande e le frasi di rito

L’Ufficiale procede alla lettura dell’atto di matrimonio che verrà inserito nei registri di Stato Civile.

Attivazione

  • Istanza di parte

Altri servizi dell'ente coinvolti

  • Unità Staff e Segreteria del Sindaco, ufficio Comunicazione e Stampa

Altri enti esterni coinvolti

Comuni

Eventuali Consolati esteri in Italia

Documenti necessari

La pubblicazione di matrimonio.

I documenti di riconoscimento

Requisiti

1) Aver compiuto il 18° anno d'età per entrambi o 16 anni con autorizzazione del Tribunale dei Minori.
2) La sanità mentale.
3) La libertà di "status" cioè la mancanza di un vincolo derivante da un precedente matrimonio che abbia effetti civili.
4) L'inesistenza di rapporti di parentela o affinità , affiliazione o adozione tra gli sposi.
Il matrimonio è vietato tra, chi è stato condannato per omicidio consumato o tentato, ed il coniuge della persona offesa dal delitto stesso.
La donna deve attendere almeno 300 giorni dallo scioglimento o l'annullamento o la cessazione degli effetti civili del precedente matrimonio.
Non dovrà attendere tale termine se:
- il matrimonio sia stato dichiarato nullo per impotenza di uno dei coniugi;
- quando il matrimonio non è stato consumato

Luogo presso il quale consegnare la domanda a mano

  • Ufficio Stato Civile

Termine di presentazione della domanda

180 gg dalla data dell’eseguita pubblicazione

Termine del procedimento o della procedura a rilevanza esterna

Si può ritirare un certificato o estratto di matrimonio, dal primo giorno utile di apertura al pubblico, allo sportello 5 - Ufficio Stato Civile

Costi a carico dell'utente

gratuito

Normativa di riferimento

DPR 396/2000; art. 143 art. 144 art. 147 Codice Civile

Informazioni utili

Il matrimonio civile si svolge in apposita sala del Municipio.

I nubendi saranno informati riguardo a: scelta del regime patrimoniale, residenza anagrafica, organizzazione della sala Comunale per la celebrazione del matrimonio, eventuale interprete in caso di non conoscenza della lingua italiana..

Responsabile del procedimento

Il Dirigente di Settore o il Responsabile del Servizio o altro dipendente all'uopo delegato

Modulistica per la richiesta

Ufficio: Ufficio Stato Civile
Dirigente: Daniela Poggiali
Settore: Cultura, Turismo e Servizi al Cittadino
Servizio: Demografici
Dove rivolgersi: Via A. Ressi, 6 - Piano terra
Tel. 0544.97.92.48
Orari di apertura al pubblico:

il lunedì, martedì, giovedì e venerdì ore 8:30 – 13:00
il mercoledì e il sabato ore 9:00 - 12:00 solo per le denunce di nascita e di morte

Titolare del potere sostitutivo in caso di inerzia: Dott. Alfonso Pisacane, Segretario generale

Le richieste di intervento sostitutivo dovranno essere inoltrate, mediante istanza scritta, circostanziata, completa delle indicazioni utili ad individuare il procedimento per il quale si chiede l'intervento sostitutivo:

A) da parte dei privati che hanno l’obbligo giuridico di dotarsi di un indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) a: comune.cervia@legalmail.it

B) da parte dei privati che non hanno l’obbligo giuridico di dotarsi di un indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) tramite:

  • posta ordinaria indirizzata a Comune di Cervia Piazza Garibaldi n. 1 - 48015 Cervia
  • fax 0544/72.340

Aggiornato al 24/08/2016

Utilizzando il nostro sito, accetti il nostro uso dei cookie, per una tua migliore esperienza di navigazione. Leggi tutto...