Strutture ricettive - Case e appartamenti per vacanza - apertura, subingresso, variazioni, cessazione

Ufficio di riferimento

L'ufficio di competenza è Sviluppo Economico - Parco della Salina

Piazza XXV Aprile, 11 - 1° piano

0544.97.91.73

serv-attivita-economiche@comunecervia.it

Scopo

Aprire, subentrare, variare o cessare l'attività di case e appartamenti per vacanze.

Descrizione

Sono case e appartamenti per vacanze gli immobili composti da uno o più locali, arredati e dotati di servizi igienici e cucine autonome, per l’affitto ai turisti, senza offerta di servizi centralizzati ad eccezione del servizio di ricevimento (almeno 8 ore su 24) e di recapito su richiesta, nonché l’assistenza all’ospite per interventi urgenti di manutenzione ordinaria, per un periodo stagionale (almeno 3 mesi consecutivi ma non più di 9 mesi nell’arco dell’anno solare) o annuale (almeno 9 mesi nell’arco dell’anno solare) con contratti aventi validità non superiore a 5 mesi consecutivi.

Nelle case e appartamenti per vacanze devono essere assicurati la fornitura di utensili, materiali per la pulizia dell’appartamento ed ogni altra dotazione necessaria per la preparazione e la consumazione dei pasti.

Non è consentita la somministrazione di alimenti e bevande agli alloggiati.

L’utilizzo delle abitazioni per la gestione di case e appartamenti per vacanze non comporta la modifica di destinazione d’uso degli edifici ai fini urbanistici.

La locazione turistica può essere effettuata nelle seguenti forme:

 

a) locazione da parte di privati di appartamenti ammobiliati per uso turistico. Tale forma di locazione, da parte di proprietari o usufruttuari, può riguardare fino a tre alloggi, e prevede non siano forniti servizi aggiuntivi e non siano effettuate attività di pubblicità, oltre a tali limiti è obbligatoria la gestione in forma imprenditoriale. Non sono calcolati nel tetto dei tre appartamenti gli alloggi per i quali sia stata prevista l’intermediazione o la gestione diretta da parte di agenzie  immobiliari turistiche con contratti in forma scritta. Tali appartamenti possono essere classificati su base volontaria.

 

b) gestione in forma diretta di case e appartamenti per vacanza, preventivamente classificati, da parte di imprese.
La gestione in forma diretta di case e appartamenti per vacanze, preventivamente classificati, è possibile anche da parte di agenzie immobiliari turistiche, che hanno la piena disponibilità degli alloggi in base a diritti reali di godimento o contratti che prevedano la piena disponibilità dell’immobile. Qualora la stessa agenzia svolga anche attività di intermediazione occorre la nomina di un preposto che svolga separatamente quest’ultima attività in forma esclusiva e che lo stesso sia regolarmente iscritto al ruolo dei mediatori.

 

c) con gestione da parte di agenzie immobiliari che svolgono l’attività di intermediazione di appartamenti ammobiliati ad uso turistico ai sensi dell’art. 12 della L.R. 16/04, per conto di proprietari, usufruttuari e possessori al altro titolo.

 

Le case e appartamenti per vacanze gestite in forma diretta sono classificate in prima, seconda e terza categoria mediante l’assegnazione del marchio dei “soli”:

- prima categoria = 4 soli; - seconda categoria = 3 soli; - terza categoria = 2 soli.

 

Gli alloggi intermediati da parte dell’agenzia, con contratto in forma scritta, possono essere classificati su base volontaria dal privato contraente, a due o tre soli (seconda o terza categoria).

Per tutte le informazioni sulla classificazione vai alle pagine dedicate al Progetto Qualità ospitale

 

Attivazione

  • Istanza di parte

Documenti necessari

  • copia carta di identità dell'intestatario, di altre persone (soci e amministratori, preposto) in caso di società
  • permesso di soggiorno per cittadini extracomunitari

 

Requisiti

- Essere proprietario o avere ad altro titolo la disponibilità dell’immobile

- Morali: di cui agli artt. 11-92 del T.U.L.P.S. e antimafia (art. 10 della Legge 31 maggio 1965, n. 575) da autocertificare da parte del dichiarante,

Luogo presso il quale consegnare la domanda a mano

  • Sviluppo Economico - Parco della Salina

Modalità alternative per la consegna

Costi a carico dell'utente

Nessun costo a carico dell'utente

Normativa di riferimento

- L.R. 28 luglio 2004, n. 16 "Disciplina delle strutture ricettive dirette all'ospitalità "

- Legge Regionale 12 febbraio 2010 n. 4 “Norme per l’attuazione della Direttiva 2006/123/CE relativa ai servizi nel mercato interno e altre norme per l’adeguamento all’ordinamento comunitario – Legge comunitaria regionale per il 2010”

- Decreto Legislativo 26 marzo 2010, n. 59 Attuazione della Direttiva 2006/123/CE relativa ai servizi nel mercato
interno

Informazioni utili

I Prezzi dei servizi praticati nell'anno in corso sono riepilogati in una tabella esposta in modo ben visibile al pubblico nel luogo di ricevimento. Il prezzo dei servizi di pernottamento è riportato su un cartellino prezzi esposto in modo ben visibile al pubblico, in ogni camera, unità abitativa o suite.

L’esercente l’attività è inoltre tenuto a comunicare alla Regionei dati sulla consistenza ricettiva e sul movimento dei clienti secondo le modalità indicate dall’Istat.

 

Entro il 1° ottobre di ogni anno devono essere comunicati al Comune i periodi di apertura e chiusura delle strutture ricettive

Indirizzo web del servizio on line

Responsabile del procedimento

Il Dirigente di Settore o il Responsabile del Servizio o altro dipendente all'uopo delegato
Ufficio: Sviluppo Economico - Parco della Salina
Dirigente: Daniele Capitani
Settore: Programmazione e gestione del territorio
Servizio: Sviluppo Economico - Parco della Salina
Dove rivolgersi: Piazza XXV Aprile, 11 - 1° piano
Tel. 0544.97.91.73
Orari di apertura al pubblico:

il martedì ore 9:00 – 13:00
il giovedì ore 9:00 - 13:00 e 15:00 - 17:00

Titolare del potere sostitutivo in caso di inerzia: Dott. Alfonso Pisacane, Segretario generale

Le richieste di intervento sostitutivo dovranno essere inoltrate, mediante istanza scritta, circostanziata, completa delle indicazioni utili ad individuare il procedimento per il quale si chiede l'intervento sostitutivo:

A) da parte dei privati che hanno l’obbligo giuridico di dotarsi di un indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) a: comune.cervia@legalmail.it

B) da parte dei privati che non hanno l’obbligo giuridico di dotarsi di un indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) tramite:

  • posta ordinaria indirizzata a Comune di Cervia Piazza Garibaldi n. 1 - 48015 Cervia
  • fax 0544/72.340

Aggiornato al 08/08/2016

Utilizzando il nostro sito, accetti il nostro uso dei cookie, per una tua migliore esperienza di navigazione. Leggi tutto...