CERVIA IN MOVIMENTO

PORTO CANALE

GLI ACCOSTI

IL DRAGAGGIO

LA SOSPENSIONE DEL DRAGAGGIO

 

Pista ciclabile lungo il fiume Savio

A marzo partiranno i lavori che saranno terminati in primavera.

Il percorso lungo l’arginedestro del Fiume Savio, che dall’abitato di Castiglione di Cervia arriva fino al Bosco del Duca D’Altemps, è la continuazione della ciclovia del Savio

Entro marzo partiranno i lavori per la realizzazione della Pista ciclabilelungo l’arginedestro del Fiume Savio che dall’abitato di Castiglione di Cervia arriva fino al Bosco del Duca D’Altemps.

Il percorso procede verso valle per circa 2.200 metri totalmente nel Comune di Cervia e rappresenta la continuazione dell’itinerario ciclabile del Savio (ciclovia del Savio) che da Cesena giunge fino alle località di Cannuzzo e fino a Castiglione di Cervia.

Questo nuovo tratto è immediatamente successivo e di completamento del percorso nel tratto urbano di Castiglione di Cervia, con connessione fino a Castiglione di Ravenna sull'argine sinistro.

Il progetto rappresenta un ulteriore stralcio della più ampia ciclovia, da realizzare in fasi successive, che raggiungerà la foce del Fiume Savio in località Lido di Savio, permettendo così di collegare la costa alla collina cesenate ed inoltre di innestarsi con il percorso Cervia – Ravenna che passa proprio dalla foce del Savio.

Si configura così un sistema ciclabile nelle zone interne e rurali che contribuirà allo sviluppo turistico e alla fruizione delle bellezze dei territori dell’entroterra.

Infatti nelle immediate vicinanze del percorso  si potranno ammirare beni architettonici come la Chiesa ottocentesca della Madonna degli Angeli (Cannuzzo, Palazzo Grossi a Castiglione di Ravenna residenza fortificata del ‘600,  gli essiccatoi del tabacco a Castiglione di Ravenna testimonianze tipiche di archeologia industriale del ‘900, Palazzo Guazzi a Castiglione di Cervia, Palazzo Doria tipica residenza di campagna, con parco, di proprietà di famiglie nobiliari.

Il tracciato sarà percorribile non solo dalle MTB ma anche dalle normali biciclette e avrà un fondo che tende a rispecchiare le strade bianche di campagna, ben livellato e sagomato per evitare ristagni d’acqua ed avvallamenti. La tipologia è quella del fondo in calcestre con misto stabilizzato e finitura a polvere di frantoio.

Una particolare attenzione andrà posta al sistema di segnaletica e cartellonistica, indicante le distanze e le direzioni, ai pannelli informativi e alle bacheche.

La gara d’appalto è stata vinta dal Consorzio Conscoop Forlì, i lavori saranno eseguiti dalla consorziata Coooperativa Val Lamone Brisighella e il Direttore dei lavori sarà il dott. Loris Venturini, coordinati nel processo di realizzazione dall’ing. Luigi Cipriani, responsabile dell’unità di progetto 50+ luoghi da rigenerare del Comune di Cervia.

I lavori dureranno circa  tre mesi e l’importo complessivo dell’investimento è di 200.000 euro.

Il Sindaco Luca Coffari e l’assessore Natalino Giambi: <<Stiamo realizzando un sistema viario ciclabile che metterà in rete il nostro territorio e permetterà di favorire ulteriormente l’uso della bicicletta, nel rispetto dell’ambiente e della salvaguardia del territorio. In particolare questo percorso costituisce un importante prolungamento della ciclovia del fiume Savio che arriva oltre la località di Castiglione di Cervia. Un modo per favorire una connessione diretta e più veloce tra i nuclei abitati e i centri di aggregazione, per contribuire allo sviluppo turistico e alla fruizione delle bellezze naturali dei territori dell’entroterra, dove si potranno ammirare anche luoghi e beni di valenza storica ed architettonica, spesso sconosciuti, ma di straordinaria suggestività >>.

 

 

 

Avviato il percorso di condivisione con la città per rivedere la viabilità: proposte novità nella Circonvallazione Sacchetti e navette elettriche a Milano Marittima dal 2018.

Fino al 13 febbraio il Comune raccoglierà suggerimenti e proposte

partecipazione@comunecervia.it

Si è tenuto il primo incontro di condivisione con la città del nuovo piano di miglioramento della viabilità cittadina, partendo dalle urgenze principali che sono il centro storico di Cervia e la mancanza di parcheggi a Milano Marittima, mentre il piano complessivo della mobilità di tutta la città sarà contenuto nel nuovo Psc.

In particolare per il centro storico di Cervia la criticità maggiore da risolvere è nella Circonvallazione lato mare, infatti tanti flussi di traffico si concentrano in quella via: auto che devono parcheggiare nella via o nel parcheggio Piazza Costa, mezzi che devono attraversare la città verso Milano Marittima e veicoli che devono uscire verso la ss16, flussi pedonali crescenti sia a Porta mare che nel corso Mazzini verso i Magazzini del sale.
Tutto questo traffico crea lunghe code.

Per risolvere queste problematiche la bozza in discussione prevede:
- l'eliminazione di tutti i semafori, creando viabilità circolari,
- indirizzo specifico dei vari traffici verso il parcheggio,  Milano Marittima, uscita dalla città, per fare ciò si creerà un doppio senso nella circonvallazione Lato carabinieri.

Verranno inoltre installati nuovi cartelli di guida ai parcheggi con display che indicano i posti realmente disponibili.

Più tutela quindi a bici (con nuovi percorsi ciclabili leggeri) e pedoni alleggerendo dal traffico veicolare le aree più turistiche del centro e del Borgomarina.

Occhio di riguardo anche ai mezzi pubblici con corsie preferenziali ed un nuovo terminal bus e pullman turistici in una porzione di Piazzale della Resistenza.

Si interverrà anche sul viale Oriani, creando un percorso ciclo-pedonale a fianco del canale che possa unire Cervia e Milano Marittima mettendo in sicurezza i tanti pedoni e ciclisti.

A Milano Marittima la criticità maggiore oltre alla viabilità di accesso sono la carenza dei parcheggi, in particolare con l'avanzamento dei lavori della fascia retrostante i bagni.
In particolare è prevista dal 2018 l'introduzione di navette elettriche che ogni 8-10 minuti da due parcheggi scambiatori (ex tiro a volo e cimitero) condurranno al mare ed al centro di Milano Marittima.

 
Inoltre verrà creata nel 2018 la rotonda all'incrocio tra viale Milano e via G. Di Vittorio, che consenta l'accesso più rapido alla località.

Anche qui grande attenzione a predisporre nuova segnaletica di guida ai parcheggi.

Ci sarà tempo fino a lunedì 13 febbraio per far pervenire suggerimenti e proposte alla bozza presentata all'indirizzo: partecipazione@comunecervia.it

La bozza del piano è consultabile sul sito www.comunecervia.it

<< Rivedere la viabilità e la mobilità è ormai inevitabile - dichiarano il Sindaco e l’assessore Natalino Giambi - per ridurre code e caos nelle zone a maggior vocazione turistica e privilegiare bici e pedoni. Abbiamo quindi presentato una bozza che ovviamente è aperta a suggerimenti e modifiche da parte dei cittadini>>.

 

Torna indietro

Utilizzando il nostro sito, accetti il nostro uso dei cookie, per una tua migliore esperienza di navigazione. Leggi tutto...